“Cos’è realmente una crisi?” di Federica Alberton

Quante volte lo diciamo?
Sono in crisi.
Siamo in crisi.
Ho una crisi.
È un momento di crisi.
Ma cos’è la crisi?

Questa parola deriva dal latino crisis e dal greco krisis.
In entrambe le lingue significa scelta, decisione.

Se vogliamo fare un giro più lungo deriva dal verbo krino che vuol dire discernere, giudicare, valutare.

E perché nel nostro linguaggio si presenta come un qualcosa di negativo quindi?
Perché viviamo la crisi come un ostacolo?

Portiamo degli esempi, per fare chiarezza.
Usiamo questo termine quando c’è un cambio repentino del nostro ritmo giornaliero.
Quel ritmo che ci dà un senso di sicurezza, di controllo, di tranquillità.

Quando un qualcosa si altera e mette a rischio le circostanze appena elencate, c’è la crisi.
Si può tradurre con un licenziamento.
Con la fine di una relazione.
Con un abbandono.
Con una perdita economica.
O con una malattia.

Ci sembra che il nostro mondo o parte di esso cada a pezzi.

Ed è davvero così.

Un equilibrio, fonte di benessere per noi, si rompe.
Non c’è più.

È come se un sasso colpisse una bellissima vetrata colorata e frantumasse in mille pezzi un tassello del mosaico.
O più tasselli.

Che fare?
Buttiamo tutto il mosaico?
O forse questa è l’occasione buona per inventare nuovi colori e andare a rimpiazzare quel tassello con qualche sfumatura più carica, più viva, più nostra?
Perché quando dobbiamo creare un nuovo equilibrio si cerca, si valuta, si sceglie.

Ci si guarda dentro davvero.

Ecco che ci si presentano davanti agli occhi mille opportunità.
L’opportunità di riordinare la nostra vita.
L’opportunità di ristabilire le priorità.
L’opportunità di dimenticare contrasti frivoli.
L’opportunità di reinventare la nostra persona.
L’opportunità di scoprire qualità ancora nascoste dentro di noi.
L’opportunità di essere più forti.
L’opportunità di migliorarsi.
L’opportunità di apprezzare quanto abbiamo.

Quindi ogni crisi è l’opportunità di creare un mosaico migliore.
Continuiamo a guardare il tassello vuoto o cerchiamo i migliori colori per riempirlo?

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *